Passa ai contenuti principali

I ragazzi dell'I.C. "N.Romeo" relatori in erba del "Convegno sull'alimentazione"

Sono le 16.00 di lunedì 28 maggio 2018 quando si spengono le luci nell’Aula polifunzionale della scuola primaria in via S. Pietro a Casavatore e la platea ascolta in silenzio Letizia, che frequenta la prima media, e che fa scorrere le sue slide in un veloce viaggio che va dall’alimentazione erbivora dell’homo sapiens a quella obesogena dell’uomo contemporaneo. Qualcuno, poi, sorride alla simpatia di Simone che arrota la erre mentre parla di cucina francese. E, ancora, sono molti altri i ragazzi che hanno saputo suscitare l’attenzione dei presenti interpretando per un giorno il ruolo di relatori nel convegno “La salute vien mangiando bene” organizzato dalla scuola secondaria dell’I.C “N. Romeo” nell’ambito del progetto d’istituto sull’educazione alimentare.
Un tema affrontato durante l’anno scolastico in tutte le classi dai punti di vista delle varie discipline e che la referente del progetto, prof.ssa Annalisa Tallarino, ha scelto di presentare con un lavoro finale in forma di convegno.
Un progetto, dunque, che ha coinvolto tutto l’istituto avvalendosi della collaborazione di numerosi docenti e che i ragazzi hanno affrontato con molta serietà, producendo brevi presentazioni divulgative in Power Point su vari aspetti riguardanti l’alimen-tazione.
E così ogni classe ha scelto due relatori in erba che, sapientemente guidati dalle prof.sse Maria Clara Di Antonio (coordinatrice per le classi prime), Maddalena Lapenta (la scrivente, per le seconde) e Carmela Perone (per le terze), hanno perfezionato e sintetizzato il lavoro svolto in aula e, con parole e immagini, lo hanno presentato al pubblico con l’ausilio tecnico del prof. Maurizio Di Pascale.
L’incontro è stato aperto dall’allegria coinvolgente dell’orchestra della “N. Romeo” diretta dal prof. Antonio Lizio che ha accompagnato l’ingresso in platea degli ospiti sulle note di “Aggiungi un posto a tavola”. Sul palco, allestito come una vera sala convegni grazie alla scenografia della prof.ssa Elisabetta Magliulo e alla grafica della prof.ssa Anna Migliaccio, i ragazzi si sono avvicendati con contributi che spaziavano dall’approfon-dimento sul “valore simbolico del cibo nella religione”, alla riscoperta del “significato della parola dieta”, dalla divulgazione di informazioni scientifiche su “insetti per pranzo” e “principi nutritivi” alla rappresentazione del “cibo nell’arte” fino alle riflessioni sul “rapporto tra dieta, moda, bellezza” o sui “disturbi alimentari”, “junk food” e “obesità”. Piacevoli gli intermezzi musicali, sempre a tema alimentare, interpretati da due alunne preparate dalla prof.ssa Anna Iengo.
Erano presenti alla manifestazione il Dirigente Scolastico, prof.ssa Maria Evelina Megale, la vicepreside, prof.ssa Anna Fiorillo, alcuni membri del Consiglio d’istituto, diversi docenti della scuola, oltre a personalità del territorio, come il Presidente della Croce Rossa di Casavatore e giornalisti della stampa locale.
Ma, soprattutto, c’erano i genitori degli alunni ad ascoltare con soddisfazione i loro ragazzi che, vincendo la comprensibile emozione, hanno conferito di fronte ad un pubblico di adulti e sono riusciti ad informare ed intrattenere affrontando temi che sempre più rientrano nella programmazione di una scuola al passo con la società in cui opera.



Commenti

Post popolari in questo blog

sperimentiamo i blog

Cari Dirigente Scolastico, colleghi, alunni e genitori, come sapete nell'era della cultura di massa anche i mezzi di comunicazione sono cambiati, la tecnologia ha modificato le nostre abitudini e tali strumenti nella nostra scuola sono entrati già da tempo. Oltre alla sala informatica, abbiamo, infatti, ben due postazioni mobili multimediali a disposizione, una per piano. Alcuni docenti, ma diciamocelo apertamente, i nostri alunni più di noi, sono diventati abili navigatori e sanno utilizzare bene quello che il computer ed internet ci offrono. Allora mi è venuta l'idea di creare un blog. Sì un blog per la nostra scuola! Perché? Per avere un luogo virtuale, ma anche uno spazio simbolico ove scambiare le nostre esperienze e magari far venir voglia ai nostri alunni di scrivere, di consultare strumenti e materiali scelti e filtrati da noi. Che ne pensate? Vi piace l'idea? Allora siete tutti invitati a scrivere le vostre idee e commenti, come pure, proprio come si fa in un diari

Esami di stato del I ciclo d'istruzione

Cari alunni, capisco che l'ansia e la preoccupazione giochi brutti scherzi, allora per non dimenticare vi ricordo che gli esami iniziano il giorno mercoledì 11 giugno con la prova d'italiano, il 12 prova d'inglese e francese, il 13 prove di matematica, (lunedì 16 RIPOSO) martedì 17 prove INVALSI (Istituto Nazionale Valutazione Scuola Italiana, quelle che avete fatto in classe per prepararvi e che riguardano la grammatica italiana, la comprensione di un testo e poi di matematica). Dopodiché, dal giorno 18  inizieranno gli esami orali. FATE ATTENZIONE A VEDERE L'ORARIO ED IL GIORNO IN CUI DOVETE VENIRE PER SOSTENERE LA PROVA ORALE! Buono studio ed in bocca al lupo! STUDIATE! é importante iscriversi alle scuole superiori avendo conseguito un buon voto finale. N.B. Il giorno 16 saranno resi pubblici i quadri con i nomi dei promossi e non ammessi delle classi PRIMA e SECONDA e dal giorno 18 si potranno vedere e firmare le pagelle.

detto da voi

Cari lettori, se volete pubblicare un testo, sulla vita scolastica o riguardante una vostra attività scolastica, potete farlo inviandolo all'indirizzo di posta elettronica romeo.casavatore@gmail.com e sarà fatto. Attenzione però agli strafalcioni! A presto. NON PUBBLICHEREMO I COMMENTI SENZA NOME E CON ERRORI ORTOGRAFICI. ATTENZIONE A COME E COSA SCRIVETE QUINDI! N.B.  Nessun testo sarà censurato, rifiutato, ogni critica, anche negativa, è sempre costruttiva, ma occorre avere il coraggio di FIRMARE ciò che si dice. D''accordo? Ecco un vostro contributo: LA VISITA ALL'ORTO BOTANICO DI NAPOLI All’ orto . . . Abbiamo imparato tante cose all’ orto. All’inizio arrivati la ragazza come introduzione ci disse che l’ orto botanico è grande quasi 20 ettari cioè 10 campi da pallone messi insieme. Inoltre ci disse che fu fondato nel 1807 ai piedi della collina di Capodimonte, che oggi è anche una struttura universitaria ed è sicuramente l’orto botanico più importa